Via F. Reina 28
02 36531809

HOOPERS AGILITY

L’Hoopers Agility è una disciplina cinofilo-sportiva nata in America agli inizi degli anni 90. Nota all’epoca con il nome di NADAL (North American Dog Agility Councill), una volta approdata in Europa ha preso il nome di Hoopers Agility diventando a tutti gli effetti una nuova variante della versione oltreoceano.

 

 

La filosofia dell’Hoopers Agility è molto diversa rispetto alla più nota pratica dell’Agility. Ad accomunare le due attività è il binomio conduttore-cane a cui è richiesto di compiere insieme un percorso prefissato. 

La grande differenza, invece, risiede nella tecnica di conduzione. Nell’Agility il binomio si muove insieme all’interno di un percorso a ostacoli, mentre nell’Hoopers il conduttore rimane separato dal cane, posizionandosi in una zona ben definita sul percorso, decisa dal giudice di gara.   

Questo dettaglio cambia drasticamente le regole: avere una “conduzione a distanza” implica che i segnali di conduzione/navigazione siano principalmente vocali e la gestualità sia utilizzata solo in alcune fasi. 

L’addestramento per il binomio conduttore-cane sarà quindi completamente differente, cambiando di fatto i punti di riferimento per il cane. Sarà diverso sia l’approccio alla disciplina, sia il metodo di apprendimento per l’animale, che acquisirà competenze del tutto nuove. 

Perché iniziare a praticare Hoopers?

  • Si tratta di un’attività cinofila sportiva adatta a tutti i binomi.
  • Il conduttore non deve correre e questo permette a chiunque di partecipare insieme al proprio cane: basta avere voglia di allenarsi e di divertirsi insieme!
  • Per quanto riguarda i cani non ci sono limitazioni di taglia o età. L’unica caratteristica è uno stato di buona salute, ma questo è richiesto per tutti gli sport cinofili.

La velocità non è tutto!

Diversamente dall’Agility, dove a vincere è il cane più veloce a effettuare il tracciato, nell’Hoopers è l’animale stesso a decidere la velocità da tenere nel percorso in base alle proprie capacità. Altra importante differenza rispetto all’Agility la fanno le linee di conduzione. All’interno dei percorsi di Hoopers, saranno sempre “morbide” con una distanza obbligatoria tra gli attrezzi di almeno 5-6 metri. In questo modo il cane può correre in modo più fluido e costante, senza troppi bruschi cambi di direzione. Un fattore molto importante che riduce sensibilmente il numero di infortuni sia durante gli allenamenti, sia durante le gare. Stiamo comunque sempre parlando di un’attività sportiva comunque impegnativa. Affrontare un percorso Hoopers infatti non è facile. A livello mentale è un’attività impegnativa poiché il cane deve fare attenzione al conduttore e seguirne con precisione le indicazioni. Questo migliora notevolmente la capacità di ascolto e la collaborazione con il proprio conduttore, caratteristiche che possono tornare poi molto utili anche nella vita di tutti i giorni. 

A cura di: Lucia Bottino – ElleBi Sporting Dog 

 

Articoli consigliati: 

Agility Dog: tutto quello che ti serve sapere
La preparazione di un cucciolo per fare Agility