Via F. Reina 28
02 36531809

L’ansia nel cane: come ridurla con la masticazione

L’ansia nel cane può diventare un problema serio per chiunque conviva con un amico peloso. Quando un cane soffre di ansia può assumere degli atteggiamenti particolari, che a lungo andare possono incrinare il rapporto con il proprio “umano“.

Sebbene vi siano dei casi in cui l’ansia può avere origini genetiche, nella maggior parte dei casi questo stato mentale ha origini ambientali e può essere indotto da una sbagliata educazione o da eventi eccezionali. Questo significa che le probabilità di eliminare l’ansia nel cane mediante degli accorgimenti specifici sono piuttosto alte e che il ricorso a farmaci è consigliato solo in una minima casistica.

Per poter agire con successo sull’ansia del cane è importante riconoscerne i sintomi precocemente. Sebbene spesso siano subduli, dobbiamo fare attenzione a dei comportamenti anomali, come un accresciuto stato di allerta, un aumento della frequenza di minzione, a volte associato al farla in casa, oppure un insolito comportamento distruttivo sugli oggetti di casa o sulle recinzioni del giardino. Anche una maggiore tendenza ad abbaiare al minimo stimolo, una maggiore aggressività oppure il continuo leccarsi le zampe possono essere manifestazione di uno stato d’ansia.

Come ridurre l’ansia nel cane con la masticazione

Se l’ansia del nostro amico non è patologica, possiamo ridurla fornendogli un posto riparato e sicuro in cui riposare durante la giornata  e dove poter rosicchiare snack a lunga durata. La masticazione per il cane è un’attività molto importante e appagante. I cani, fin da cuccioli, utilizzano istintivamente la bocca come strumento di conoscenza e l’attività di masticazione è in grado di ridurre lo stress che vivono in determinate occasioni. L’attività masticatoria è infatti associata alla liberazione di endorfine, che rilassano e rendono felice e appagato il cane, che automaticamente abbassa notevolmente lo stato di ansia nel quale si trova. Se il cane è un cucciolo, evitiamo di lasciarlo solo mentre mastica qualcosa: in questo modo siamo pronti a intervenire se dovesse ingoiare lo snack e necessitasse di aiuto.

 

Quali snack comprare

In commercio troviamo moltissimi snack masticatili e giochi che possono contenere cibo (es. il Kong®. Per scegliere gli snacki più adatti controlliamo sempre gli ingredienti di ciò che somministriamo al nostro animale e scartiamo prodotti anche molto appetibili se contengono conservanti chimici e coloranti. Scegliamo solo prodotti al 100% naturali come tendini, orecchie, pelle,  corna di animali e radici o legni levigati e studiati appositamente per il cane. Prima di fare scorte infinite in dispensa proviamo a somministrare al cane il prodotto e vediamo se lo tollera: se vediamo che il nostro cane non sta bene dopo aver mangiato un prodotto, aspettiamo qualche giorno e proviamo a dargliene un altro. Le cartilagini, in particolare, possono avere un effetto lassativo se il cane non è abituato a mangiarle, quindi nel dubbio è sempre buona norma chiedere consiglio al nostro veterinario di fiducia. 

 

Dove fare acquisti: Dog Specialist

Per saperne di più: Laboratorio sulla masticazione del cane