Via F. Reina 28
02 36531809

La felicità di Fido non passa dallo stomaco: da oggi lo dice anche la scienza

Non solo persone fra le vittime di cattive abitudini e vita sedentaria, ma anche tanti cani, sempre più obesi e con altri problemi fisici, fra quelli che vivono nelle nostre famiglie. Questo è quello che mostra una recente ricerca condotta nel Regno Unito, che ha visto protagonisti oltre 11.000 cani, di cui 1.800 con tanti chili di troppo e patologie legate all’obesità.
I cani oggetto dello studio hanno permesso ai ricercatori di dimostrare non solo una correlazione fra cattiva alimentazione e aumento di peso, ma anche una maggiore frequenza di problematiche comportamentali, come aggressività verso persone e cani sconosciuti e aumentata reattività in presenza di risorse come cibo e territorio, fra i soggetti obesi.
Se i cani sono troppo pesanti rispetto a quello che dovrebbero essere, infatti, tendono ad essere più pigri, a muoversi meno e a fare una vita più sedentaria, avendo meno occasioni per vedere posti e persone nuovi o di incontrare loro simili e perdono importanti occasioni di socializzazione. Questi cani finiscono quindi per avere carenze comunicative e per mostrarsi più minacciosi o perfino impauriti dei loro conspecifici che escono più spesso. Inoltre, non avendo grande motivazione a svolgere attività ludiche, educative o sportive con il loro proprietario, finiscono per sviluppare un attaccamento quasi morboso verso la risorsa-cibo, che non solo difendono anche in situazioni di normalità, ma che rubano più frequentemente di soggetti in forma.
Come se non bastasse, in maniera molto simile a noi, anche i cani obesi hanno maggiori possibilità di sviluppare patologie importanti e invalidanti, come tumori, diabete mellito, malattie cardiovascolari, problematiche respiratorie e ortopediche.


Rimetti in forma il tuo cane con gli allenamenti personalizzati di K9 Cross Traning
K9 Cross TrainingCerca la palestra più vicina a casa tua www.caninecrosstraining,it

 


E se è vero che, da una parte, il responsabile della tendenza ad aumentare di peso potrebbe essere un ormone, la pro-opiomelanocortina, dall’altra non possiamo sottrarci alle nostre responsabilità di proprietari
. Chi adotta un cane dovrebbe avere sempre come obiettivo primario quello di regalargli una vita a sua “misura”, che ne rispetti le caratteristiche specie-specifiche: ricordarsi che non è il cibo a renderli felici, imparare a gestire i premietti e gli snack fuori pasto, limitare gli extra ai momenti di training e garantire una buona quantità di moto giornaliera, con passeggiate un po’ diverse dal solito e posti nuovi da scoprire insieme, renderà Fido un cane felice e appagato, sempre pronto a seguirci con entusiasmo e a scodinzolare felice alla vista del collare.