Via F. Reina 28
02 36531809

Il cane e il corretto approccio all’acqua

Con l’arrivo dell’estate, delle vacanze e del caldo aumenta la voglia di portare il proprio cane a nuotare. Ogni ambiente con uno specchio d’acqua ha però i suoi pro e contro.
Il lago è un ottimo luogo dove approcciare per la prima volta l’acqua, ci sono poche onde ed il fondale è digradante. I rischi però sono l’acqua torbida che impedisce al cane di vedere al di sotto di lui, l’acqua fredda soprattutto nelle zone di montagna e i mulinelli.

I ruscelli e i fiumi vanno molto bene per camminare, sguazzare e nuotare ma i rischi sono alti con le correnti molto pericolose per il cane e i possibili animali selvatici che lo potrebbero portare fuori controllo.

Corretto approccio in mare

Il mare invece presenta una bella possibilità per nuotare insieme al proprio cane con una temperatura dell’acqua più alta e una galleggiabilità maggiore. Però bisogna stare attenti ai fondali sassosi che sono spesso meno digradanti, agli scogli da cui il cane è costretto a tuffarsi (per un primo approccio all’acqua è vivamente sconsigliato) e soprattutto alle onde. Alcuni cani, all’inizio della loro carriera da nuotatori, non hanno un assetto e un galleggiamento in grado di sopportare l’avvicendarsi delle onde e rischiano di spaventarsi oltre che bere. Altri invece “si divertono” a mordere le onde per gioco bevendo una grande quantità di acqua salata che è dannosa per la loro salute (leggi l’ articolo sull’avvelenamento da sodio).

Indicazioni per affrontare al meglio il primo approccio del cane con uno specchio d’acqua:

  • Scegliere una zona tranquilla con pochi stimoli, distrazioni, persone e cani.
  • Mettere un’imbragatura adatta al peso e alle dimensioni del cane (per alcuni può andare bene anche una pettorina ad H) e agganciare una lunghina galleggiante di almeno 3 metri (utile soprattutto nei luoghi con corrente). In particolare con cuccioli, cani anziani, cani di piccola taglia e cani senza coda alla prima esperienza utilizzare un giubbetto di sicurezza per aiutarli e sostenerli meglio. Prestare molta attenzione affinché il muso non vada sott’acqua.
  • Rendere consapevole il cane dell’elemento nuovo che sta per affrontare, magari lanciando un gioco o toccando l’acqua (senza schizzargliela addosso!).
  • Entrare in acqua con lui così da aumentare la motivazione e poterlo rassicurare, utilizzare anche dei giochi galleggianti. Se il cane deve nuotare per fini puramente ludici è vivamente sconsigliato l’utilizzo del cibo (inoltre dovrebbe essere a digiuno da almeno 5/6 ore prima di nuotare). Una volta in acqua va più o meno motivato a seconda della tipologia di razza e del carattere. Ad esempio con un cane molto attivo ed esuberante è meglio fermarsi spesso per calmarlo, altrimenti il rischio è che entri ma che si renda conto tardi di quello che sta facendo e si spaventi.
  • Nuotare correttamente non è una capacità innata, va insegnato, anche se ci sono razze più acquatiche di altre, quindi il momento più delicato è quando il cane ha preso confidenza con l’elemento acqua e deve staccare le zampe dal fondale. In quel caso è molto utile sostenerlo da un imbrago e lanciargli un gioco così da spingerlo a fare un nuoto propulsivo per raggiungere l’obiettivo.
  • Mai tirare il cane e forzarlo. Lasciare sempre ad ogni soggetto i propri tempi, così da fargli apprezzare ancora di più l’acqua e divertendosi assieme.
  • Quando diventerà un nuotatore esperto si potranno aumentare i tempi di nuoto, ma per lunghe sessioni è consigliabile l’utilizzo del giubbetto di sicurezza. Bisogna tenere a mente infatti che 10 minuti di nuoto equivalgono circa a 30 minuti di corsa!

Autore: Sara La Spina

Dove imparare a nuotare?

Un’ambiente protetto con acqua riscaldata, entrata ed uscita controllata, dotazioni di sicurezza e istruttori di nuoto qualificati permetteranno al cane e al proprietario di imparare e apprendere i corretti fondamenti del nuoto, del galleggiamento e di potersi dedicare anche agli sport acquatici cinofili. Ci sono numerose strutture sparse sul territorio che ci permettono di fare il giusto approccio all’acqua con il nostro cane, noi consigliamo per chi è in lombardia il Centro Cinofilo Europeo.

 

Per lezioni e prove di acquaticità è disponibile la piscina del centro cinofilo europeo asd a Novate Milanese (MI)

Mail: info@centrocinofiloeuropeo.it

Tel: 3388345546

 

Articoli correlati

Il cane in spiaggia

Se il cane beve l’acqua di mare: avvelenamento da sodio

Cani in spiaggia: multe in arrivo