Via F. Reina 28
02 36531809

I pericoli del freddo per i cani

freddo per i cani

Quando arriva l’inverno, anche i nostri cani soffrono lo sbalzo di temperatura tra gli ambienti di casa e l’esterno. Cosa possiamo fare per scongiurare i pericoli del freddo per i cani?  Per prima cosa, evitiamo di compiere passeggiate troppo lunghe la mattina presto e la sera tardi, quando la temperatura è più rigida. I cani camminando si scaldano, come noi, quindi cerchiamo di non tenerli fermi troppo a lungo quando fa freddo, soprattutto se sono bagnati perché si sono rotolati nella neve.

 

Attenzione alla macchina

Un’altra abitudine negativa è quella di lasciare il cane in auto a lungo se le temperature scendono sotto lo zero. Così come l’auto si scalda rapidamente d’estate, altrettanto rapidamente la temperatura nell’abitacolo tende a scendere quando è inverno. Assicuriamoci almeno che il cane abbia a disposizione una coperta o una cuccia all’interno della macchina per riscaldarsi, e teniamolo sotto controllo spesso. I cani hanno una temperatura corporea che va dai 38 ai 39 gradi: se scende sotto i 37 gradi si parla di ipotermia e, lasciando il cane a lungo in auto d’inverno, il rischio che si verifichi è concreto.

 

Controlliamo le zampe

Per evitare che si formi il ghiaccio sui i cuscinetti, manteniamo corto il pelo sotto le zampe. Anche le unghie vanno mantenute corte per facilitare la camminata del cane sul ghiaccio. Chi abita in città deve fare attenzione al sale che viene sparso sui marciapiedi: si tratta di una sostanza molto irritante per le zampe sei nostri amici e può dar loro molto fastidio. Per proteggere i polpastrelli possiamo utilizzare un balsamo protettivo (in commercio se ne trovano di diverse marche) prima di uscire.

 

Il cappottino: sì o no?

Molti si domandano se i cappottini vadano utilizzati con i cani o meno. Alcune razze soffrono particolarmente il freddo, soprattutto quelle a pelo corto come il dalmata, il boxer, il pincher e il pointer, ma anche i maltesi e gli yorkshire vengono annoverati tra i cani freddolosi. Munirli di cappottino per l’uscita potrebbe essere utile, se le temperature sono molto rigide, soprattutto per tenerli riparati quando piove. In particolare, in inverno dobbiamo fare attenzione ai cuccioli, ai cani malati e a quelli anziani, che sono più deboli e quindi soffrono di più lo sbalzo termico.

 

L’alimentazione

Altro elemento fondamentale da tenere in considerazione è l’alimentazione. Con il freddo il cane brucia più calorie per mantenere la temperatura corporea costante, quindi dobbiamo adeguare l’alimentazione nei mesi invernali. In particolare, i cani sportivi richiedono un maggiore apporto di calorie per evitare di perdere troppo peso. I cani che con il calduccio fanno invece poco moto, preferendo il relax del divano alla neve e alle camminate all’esterno, non hanno bisogno di variazioni nell’alimentazione.

freddo per i cani