Via F. Reina 28
02 36531809

I cani possono entrare nei supermercati? Una nota del Ministero della Salute lo vieta!

Molti di voi ci chiedono se i cani possono entrare nei supermercati, o in altri negozi di alimentari. Ebbene, dopo anni di lotte e sensibilizzazione da parte delle associazioni animaliste, si era approdati a una soluzione, permettendo l’ingresso degli animali in molti punti vendita. Ci sono addirittura catene di supermercati che hanno fatto pubblicità per invitare i propri clienti a portare fido con loro a fare la spesa, a patto che rimanga tranquillo in un apposito carrello o al guinzaglio. Tutto questo, però, sembra essere stato cancellato da una recente nota del Ministero della Salute, nella quale si danno precisazioni in merito alla presenza di animali in locali di vendita al dettaglio di alimenti.

I cani possono entrare nei supermercati: sì o no?

Il documento del Ministero della Salute chiarisce che l’accesso ai cani è consentito solo nei locali nei quali non vengono esposti o conservati prodotti alimentari, anche confezionati. Questo vuol dire che i cani possono stare in spazi esterni al negozio, ma non dentro ai supermercati o ai locali che vendono alimentari in genere. Secondo la nota, in pratica, i cani non devono entrare in contatto diretto o indiretto con gli alimenti, sia sfusi sia confezionati, poiché rappresentano una fonte di contaminazione. Gli unici cani ammessi sono i cani guida per i non vedenti o i cani delle forze dell’ordine.

Accesso dei cani nei supermercati, la LAV risponde

Non si è fatta tardare la risposta della LAV, che da sempre si batte per permettere ai proprietari di cani di entrare nei negozi con il proprio animale. In un commento sul proprio sito chiede ai Direttori Generali della Salute, al Sottosegretario e al Ministro che ristabiliscano quanto già stava avvenendo in molti Comuni Italiani senza problemi, ovvero il diritto di accesso dei cani, al guinzaglio o in appositi carrelli, nella parti aperte al pubblico di negozi, mercati e supermercati.