Via F. Reina 28
02 36531809

Detrazione fiscale per i non-vedenti che hanno un cane guida

Finalmente una buona notizia sul fronte delle tasse: il Governo ha deciso di raddoppiare la detrazione fiscale per i contribuenti non-vedenti che hanno un cane guida, fino a un massimo di 1000 euro. Questa decisione, presa e istituita grazie a un emendamento della legge di bilancio, in versione riformulata, permetterà di alleggerire il peso di chi si deve occupare di dare una casa a questi cani, così preziosi e importanti per gli italiani privi della vista: nutrirli e affrontare le spese veterinarie per questi amici non è certo uno scherzo se la propria mobilità è limitata. Attualmente esiste una detrazione in merito, ma ha un massimale di 516 euro. La novità riguarderà i cittadini non-vedenti parziali e assoluti e dovrebbe costituire un aiuto nella loro vita. Si tratterà di un’agevolazione “forfettaria” e permetterà l’alleggerimento della spesa da parte degli assistiti per i loro cani. 

Questi cani sono un aiuto considerevole per i nostri connazionali ipovedenti, in quanto permettono loro di muoversi per le città con estrema precisione e sicurezza. Sono addestrati fin da piccoli a navigare i molti pericoli e ostacoli metropolitani: riconoscono il segnale rosso al semaforo, sono in grado di scegliere quando far attraversare la strada in sicurezza al loro assistito, gli permettono di camminare per i marciapiedi evitando persone e imprevisti. Il loro addestramento è lungo e rigoroso e una volta affidati a un cittadino diventano per lui un amico e alleato prezioso. Il loro mantenimento non è certo eccezionale, ma di sicuro grava sul bilancio domestico di qualcuno affetto da una disabilità tanto importante. L’aumento dello sgravio fiscale voluto dal governo è un’ottima notizia che renderà sicuramente più facile la vita a cani e assistiti. I non-vedenti assistiti da un cane guida potranno godere di questa detrazione per tutto l’anno fiscale 2019 e anche per quello successivo.