Via F. Reina 28
02 36531809

Cani in spiaggia: occhio alle norme e alle multe

cani in spiaggia

Il tema dei cani in spiaggia è da sempre molto delicato e di non facile soluzione: da una parte, chi ama i propri animali vorrebbe vederli liberi di divertirsi sulla sabbia e tra le onde, dall’altra alcuni bagnanti sono intimoriti o infastiditi dalla loro presenza. Esistono regolamenti precisi in merito, che vale la pena di leggere con attenzione prima di portare i cani in spiaggia, per evitare spiacevoli sorprese.

È esemplare in questo senso il caso del turista di Misano che, a fine agosto 2017, ha ricevuto una multa di 250 euro per la presenza del proprio pitbull in un’area non idonea, che si sommano ai 1.000 euro di multa ricevuti dal gestore dello stabilimento balneare per lo stesso motivo.

Moreno Sabattini, il proprietario del pitbull Franco, ed Eraldo Andreani, il bagnino, hanno contestato la multa, spiegando che la spiaggia è autorizzata all’accesso degli animali e che il cane la frequenta da ormai 10 anni senza aver mai dato fastidio a nessuno. Inoltre, il cane si trovava, al momento della contestazione, in un’area non destinata al passaggio dei bagnanti.

La Polizia municipale ha però mantenuto la propria posizione, supportata dal sindaco Stefano Giannini. Benché la spiaggia fosse autorizzata all’accesso degli animali, questi possono infatti sostare solo in determinate aree e non girare liberamente tra i bagnanti. Secondo le autorità, inoltre, sia il proprietario sia il gestore dello stabilimento sarebbero stati precedentemente ammoniti e invitati a seguire le regole.

La ragione nella diatriba verrà attribuita eventualmente dagli organi competenti, non spetta a noi stabilirla, ma l’episodio è importante per ricordarci che nella convivenza tra il cane e le altre persone esistono delle regole precise – che possono essere giuste o sbagliate – e che la loro inosservanza può costare molto cara, quindi è importante informarsi bene prima di introdurre il nostro amico peloso in aree desinate al pubblico.