Via F. Reina 28
02 36531809

Cane depresso: ha bisogno di più compagnia

Una ricerca della PDSA, l’associazione inglese che da quasi un secolo aiuta gli animali da compagnia e i loro proprietari, mostra la correlazione tra un cane depresso e la quantità di ore che trascorre a casa da solo. Secondo la maggior parte dei veterinari, il cane non dovrebbe restare abitualmente solo per periodi superiori alle quattro ore, mentre un sondaggio condotto su 51.000 proprietari ha svelato che ben il 28 percento ritiene corretto abbandonarlo a casa dalle sei alle 10 ore al giorno. Inoltre, circa il 2 percento degli intervistati ha ammesso di non portare mai il proprio amico a quattro zampe a fare delle passeggiate.

Secondo la veterinaria Vicki Larkham-Jones, del PDSA, i cani frustrati da questa mancanza di attenzioni sono più portati a mostrare problemi comportamentali distruttivi, ansia e frustrazione. Ed è preoccupante il fatto che, secondo i veterinari inglesi, le richieste di eutanasia legate proprio a comportamenti errati siano aumentate negli ultimi due anni.

La nostra raccomandazione è sempre quella di affrontare a monte il problema, prima di decidere se adottare o meno un cane. Bisogna essere consapevoli delle conseguenze – positive e negative – che l’ingresso di un animale in famiglia inevitabilmente avrà. L’affetto di un cane ci ripaga ampiamente di tutti gli sforzi e i sacrifici, ma se siamo già consapevoli di doverlo lasciare solo per tutto il giorno a causa degli impegni lavorativi, è meglio farne a meno.

 

Infografiche correlate

Quanto può stare solo un cane?